Ibrido

Pagina

coverIl Mondo Specchio e il Mondo Umano si sono dissolti originando l’Ibrido.

Lara ha un potere sconfinato, ma nella sua mente ospita un abominio.

Vera è la giovane tatuata della Profezia, ma il suo destino le è sconosciuto.

Lucia si unisce alla resistenza, ma non può rinunciare alla magia.

Le storie si intrecciano e un mondo nuovo prende forma.

*

  • Editore: editrice GDS (30 marzo 2016)
  • Prezzo: 2,99€

SU AMAZON (.MOBI)

SU HOEPLI (.EPUB)

Su Libreria RizzoliSu scribd, Su Kobo books, Su Libreria universitaria, Su unilibroSu Streetlib store (Ultima books)

INCIPIT:

Sembrava che danzasse. I singhiozzi la scuotevano in movenze disarticolate, al ritmo assordante del suo cuore. Le mani artigliavano i capelli corvini. Si avvicinava allo specchio imponente, si ritraeva.

Quando i singhiozzi passarono, lasciandola preda del silenzio, alzò lo sguardo a cercare la propria immagine riflessa.

“Presto saremo insieme” sussurrò tendendo una mano.

La fata mosca, ancorata con i piccoli artigli alla sua spalla, allungò a sua volta il braccio e con una vocina biascicante intonò un lamento d’amore. Il canto risuonava nel salone producendo un’eco stridente. Raschiava sui marmi del pavimento e sul legno centenario delle librerie spegnendosi negli angoli più bui, dove si nascondevano i topi.

Lara si strappò la fata dalla spalla e la fissò con odio. Poi si ricompose, la posò a terra e fissò lo sguardo sullo specchio.

“Ama solo te, questa piccola creatura ingrata. Ne conosci la ragione?”

Il suo riflesso rimaneva immobile, inespressivo.

“Perché io non sono niente e mi perdo in ogni cosa” disse. “Non sono altro che il desiderio di te, il tuo negativo impotente. Per questo Dolore ama solo te, mio dolcissimo mostro.”

La fata era lunga quanto l’indice della mano di un bambino e nera come la pece. Le ali erano sottili e rigide come quelle di una mosca e in quel momento erano raccolte sulla schiena mentre avanzava piano verso lo specchio, adorante.

Il riflesso di Lara l’accolse schiudendo la bocca in una risata e un fiotto di sangue si riversò sul pavimento. Gli occhi ciechi si muovevano frenetici. “Sì, piccolo Dolore, torna da me” disse ridendo. Si leccò le labbra. “Mi sei mancato tanto.”

Quando la fata toccò la superficie fredda del vetro il suo esoscheletro divenne lucido e le ali presero a muoversi in una danza frenetica.

“Presto saremo insieme” disse Lara, infastidita, “e potrete unirvi di nuovo.”

“Sì, sì” friniva la fata.

RECENSIONI

Bellissima Video Recensione di Stefania Siano – minuto 08:45

Breve recensione su ‘The hate queen’ Grazie HateQueen!

Breve recensione su ‘Bostonian Library‘ Grazie Endimione!

Breve recensione su ‘La tartaruga si muove’ Grazie Alexis!

Breve recensione su ‘La biblioteca del libraio’ Grazie Chiara!

Breve recensione su ‘Lo stupendo mondo dei libri’ Grazie Nashira!

Recensione su ‘Sole e Luna’ Grazie Rosanna!

Recensione su ‘Infiniti Mondi’, Grazie Andrea!

Recensione su ‘Stefania Siano official’, grazie Stefania!

INTERVISTE

Intervista su ‘Peccati di penna’ Grazie Ornella!

Intervista su ‘Il tendone’

Intervista su ‘Sole e luna’ Grazie Dylan!

SEGNALAZIONI

Segnalazione su Giovannoni Claudine

Segnalazione su ‘Toglietemi tutto ma non i miei libri’ Grazie Claudia!

Segnalazione su ‘Dolci&Parole’ Grazie Roberta!

Segnalazione su ‘Vetrina delle Emozioni’ Grazie Gioia!

Segnalazione su ‘Ramingo!

Segnalazione su ‘Words! Not facts’ Grazie Roberta!

Segnalazione su ‘Suitcase di libri’ Grazie Alice e Valentina!

Segnalazione su ‘Lo stupendo mondo dei libri’ Grazie Nashira!

Segnalazione su ‘Dragonfly’ Grazie Rosie!

Segnalazione su ‘Tutta colpa dei libri’ Grazie Anisa!

Segnalazione su ‘La tartaruga si muove’ Grazie Alexis!

Segnalazione su ‘Leggere è sognare’ Grazie Gabrielle!

Segnalazione su ‘Fantasy magazine’ Grazie Carmen!

Segnalazione su ‘The enchanted library’ Grazie Selene!

Segnalazione su ‘Peccati di penna’ Grazie Ornella!

Segnalazione su ‘Stefania Siano Official’ Grazie Stefania!

Segnalazione su ‘Cinebooks blog’ Grazie Silvia!

Segnalazione su ‘Il mercatino dei libri fantasy’ Grazie Francesca!

Segnalazione su ‘Librinews’ Grazie Matteo!

Segnalazione su ‘Libri, recensioni e cultura’ Grazie Luca!

Segnalazione su ‘Connie Funari official website’ Grazie Connie!

Segnalazione su ‘La bella e il cavaliere’ Grazie alle Belle!

Giveaway di ‘Tratto Rosa’

Segnalazione su ‘La libreria di Luce’, grazie Light!

Segnalazione su Bookland, grazie Lya!

 RECENSIONI SU AMAZON

La vita di Lara non è molto semplice. Sin da piccolissima vede il Mondo Specchio: un mondo parallelo, carico di energia magica, e un inquietante doppione di se stessa, dagli occhi vitrei e una perversa passione per il sapore del sangue, che si riversa a fiotti fuori dalla sua bocca. Per questo i genitori hanno tentato prima di curarla e poi fatta rinchiudere in un centro di salute mentale. A salvarla è stato lo zio, un vecchio alchimista che vive in una villa sulla collina di Torino. Il romanzo inizia con il grande rituale in cui Lara unisce il mondo umano e il Mondo Specchio generando l’Ibrido, accettando quindi nella propria mente il suo doppio, abominio dal grande potere.

“Lara sedette sullo sgabello e guardò la sua immagine riflessa nello specchio. Per la prima volta ciò che vedeva corrispondeva alla realtà[…]Le iridi quasi nere a cui era abituata avevano lasciato il posto a un candore vitreo[…]:-Così siamo insieme, ora”sussurrò[…]:- Hai paura?- chiese una voce asciutta nella sua mente.”
Un anno dopo a Torino arriva Vera, legata al Mondo Specchio da un tatuaggio e un’antica profezia. Assieme alla sua coinquilina Lucia, una strega wiccan, incontra Telemaco, reduce del Mondo Specchio che comanda la resistenza contro l’abominio e la sua ospite umana, Lara.
“Vera iniziò a gesticolare come una pazza[…]:-Lo vedi? C’è qualcosa laggiù! Guarda bene[…]dobbiamo andare a salvarlo, affogherà- e Lucia la seguì. […]in due sembrò quasi facile trascinare fuori dall’acqua. :- Portiamolo a casa, ho una fortissima sensazione che chiamare l’ambulanza lo metterebbe in pericolo”
Le storie s’intrecciano nel nuovo mondo Ibrido tra magia, combattimenti e decisioni difficili, mettendo alla prova l’amicizia e la morale delle tre ragazze.

“Ibrido” di Isa Thid, è diverso da ogni libro fantasy letto in precedenza.
A tratti la storia appare confusa, se ne perde il filo logico, e ammetto inizialmente di aver fatto fatica a distinguere tra bene e male.
Rimane comunque curioso, scritto molto bene; fa crescere il desiderio interiore di saperne di più, quindi fino alla fine la curiosità e la necessità di capire spingono a infilare un capitolo dietro l’altro, fino a giungere al gran finale, ben condito di colpi di scena.

il 5 settembre 2016
Parlando dei protagonisti li ho trovati tutti interessanti per motivi diversi, anche se ad essere onesta ho preferito maggiormente Vera e Lara… quelle che poi sono le due figure più importanti. Inizialmente non avevo ben chiara la posizione di una delle due e solo leggendo e andando avanti con la storia ho capito che molte cose potevano essere diverse da quelle pensate.
Unica pecca: ho trovato alcune parti troppo lunghe che avrei decisamente reso più leggere, mentre la parte finale, dove potevo aspettarmi un racconto più dettagliato, sia di cosa stava succedendo sia di cosa si stava pensando, l’ho trovato più sbrigativo, veloce… quasi l’autrice avesse fretta di chiudere il tutto, compreso l’Epilogo.
Mi sembra di aver aspettato e di essermi preparata pagina per pagina a qualcosa che è arrivato e finito troppo in fretta.
Ad ogni modo, Ibrido mi è piaciuto abbastanza da poterlo consigliare agli amanti del genere.
Ibrdo mi è piaciuto tanto da donargli quattro meritatissime stelle e fare ancora i complimenti alla scrittrice per la stesura, per le idee e per la passione.
il 22 luglio 2016
La storia infatti riesce a coinvolgere e a questo contribuisce molto la prosa piacevole dell’autrice, capace di imbastire dialoghi sempre credibili e frizzanti, conducendoci sino al finale senza pause inopportune. L’ambiente della Torino magica è un palcoscenico perfetto e anche la ricostruzione degli atteggiamenti delle giovani wiccan mi pare ben fatto, indice forse di un particolare interesse della Thid per questi argomenti. Recensione completa su scrittorindipendenti com Il Mesmerista
il 9 luglio 2016
Inquietante, misterioso, suggestivo… il genere di lettura che fa per me, e che purtroppo nei cataloghi delle case editrici italiane non si trova!
il 6 luglio 2016
Si tratta di un libro che apre uno scenario interessante, di magia e mondi paralleli, ci sono spunti originali e personaggi interessanti. Pur non essendo un vero amante del genere l’ho finito in relativamente poco tempo. Refusi qua e là.
il 13 maggio 2016
Il primo impatto con Ibrido è stato piuttosto forte.
Ci si ritrova subito immersi in un’atmosfera cupa e un po’ inquietante, e questo mi ha destabilizzato un poco, nonostante mi aspettassi chiaramente una storia simile, data la trama e la copertina, che per inciso, mi piace molto.
Mi ricorda le opere di Victoria Frances, e trovo che ci stia a pennello.
Detto questo, i capitoli si alternano tra quelli di Lara e quelli di Vera.
La differenza tra i capitoli, almeno all’inizio, si nota benissimo, e questo mi ha fatto piacere, perchè l’autrice è stata bravissima a far notare il cambiamento di atsmofere e di personalità delle due protagoniste.
I capitoli di Lara sono molto oscuri e a volte anche macabri, cosa che non ho apprezzato moltissimo, anche se capisco che era per fondamentale per la trama.
I capitoli di Vera e Lucia invece sono più vivaci e “leggeri”, in contrapposizione con l’oscurità di Lara e dell’Ibrido loro sembrano dei colori sgargianti e pieni di vita.
Ho apprezzato molto poi che la storia fosse ambientata a Torino, che è anche la mia città. Mi è piaciuto il finale, coerente con il resto della storia.
Se dovessi fare un appunto, mi viene in mente che ogni tanto la storia si perde un poco con troppi dettagli che non aggiungono molto alla trama, come i pasti consumati o i vestiti indossati, ma è davvero una minima cosa.