editoria

Pagina

Ho pubblicato alcuni romanzi e collaborato per un periodo con una piccola casa editrice. Non sono un’esperta, proprio no, però inizio a formarmi un’opinione sull’editoria italiana e su come tratta i giovani (in senso letterario) autori.

Tutti gli articoli su _editoria_

ELENCO DI CASE EDITRICI NO EAP

– Blog che segnalano/recensiscono/intervistano nuovi autori – 

Concorsi che (secondo me) può valere la pena

Agenzie letterarie e corsi di scrittura

 

ed966-eapVolendo fare una classificazione semplice direi che al livello più basso c’è l’editoria a pagamento, che non merita davvero di essere chiamata editoria, ovvero le sedicenti case editrici che chiedono soldi all’autore per pubblicarlo (a proposito, ne approfitto per sfoggiare il logo NO EAP), oppure impongono l’acquisto di copie.

Poi ci sono le minuscole case editrici che pubblicano senza contributo, fanno una piccola selezione ma nessun editing (o quasi), nessuna promozione (o quasi) e non si sa bene come campino, probabilmente con le collane erotiche del catalogo.

Seguono le piccole/medie case editrici, molto più serie. Mi è capitato di collaborare con Las Vegas edizioni e posso dire per esperienza diretta che questi ragazzi sono bravi, onesti e appassionati.

Poi vengono le grandi case editrici, quelle che tutti conoscono e con cui sognano di pubblicare. Io no, veramente, non ancora. Tra una decina d’anni mi piacerebbe, per ora il mio obbiettivo sono le piccole/medie case editrici perché credo di dover crescere ancora tanto come autrice e di dover lavorare ancora molto su me stessa prima di poter reggere la pressione di un impegno con una ‘major’.

Beh, in questa sezione raccoglierò un po’ di informazioni basate sul mio percorso personale.


Cose che mi è capitato di fare:

– Invio manoscritti fantasy e urban fantasy a case editrici non a pagamento –

– Invio manoscritto di fantascienza a case editrici non a pagamento –

– Programma d’invio manoscritti secondo tempistiche –