Il ragazzo col labrador color cioccolato

Standard

Ha toccato le mie corde di misantropia e non ho potuto che arrabbiarmi. Maledetto. Odio la gente, li odio tutti. Ci sono cascato di nuovo. Rimuginava Orfeo camminando per il marciapiede, nel sole di Aprile.
Il ragazzo col labrador color cioccolato, sulla strada di fronte all’incrocio che stava attraversando, spezzò i pensieri.
Si incontravano spesso a quell’ora del rientro dalla pausa pranzo. Conosce tutti lui, l’altra volta salutava quello alto di corsa che si era fermato al palo dello stop per tirarsi un crampo al polpaccio. Lo anticipava, occhiali scuri e capelli lunghetti sulla fronte, sguardo al guinzaglio lento alla mano. Orfeo lo seguiva per forza su quel pezzo di strada, aspettandosi la fermata del cane a ogni albero della via. Si chiedeva se lavorasse, non sembrava. Avevano un che di dinoccolato nell’andatura. Il cane, perché era un cane, scuoteva le zampe dove il naso lo chiamava ad andare. Il padrone pure, camminava in accordo, coi pantaloni in denim marrone appoggiati alle sneakers consumate. Loro proseguivano verso il centro, come al solito. Orfeo voltava a destra, verso il ponte sul fiume.

Rispondi/Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...