LIV 54 .: 10 :. Epilogo

Standard

Gli appartamenti dei quartieri vicino all’aeroporto costavano meno. A Liv piaceva sentire gli aeroplani che passavano sulla testa. Le suggerivano una direzione.
Questo va a Copenaghen, diceva tra sé e sé mentre lavava i tegami della cena.
Ultimamente vanno sempre tutti a Copenaghen, si rese conto sorridendo alla schiuma sui guanti gialli.
Forse è davvero quella la città in cui vorrei andare a vivere.
Quei grandi viali e le passeggiate ai moli sul mare, i parchi, la luce nordica.

C’erano stati in Agosto, l’aeroporto era grande e moderno.
Prima finisco il corso di cinese, do l’esame, prendo la certificazione. Poi dovrai studiare anche il danese, dirà Manuel. E me lo studio davvero!
Lui era in trasferta anche quella volta in estate, ma gli avevano dato le ferie combinate sul rientro per vedere la città. In realtà la sua azienda lo proponeva da sempre, ma lui una volta non lo faceva. Mentre adesso Liv riusciva a raggiungerlo e prendeva facilmente un volo anche solo per un weekend e mezzo lunedì.

Aveva molte sedi nel mondo, la multinazionale per cui lavorava Manuel.
Senti un altro aeroplano, più alto, che la sfiorava con quel rumore amplificato di vernice a pennello.

 

Img: Beijing Capital Airport by lux69aeterna

Un pensiero su “LIV 54 .: 10 :. Epilogo

Rispondi/Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...