nel dormiveglia…

Standard

Mi stavo addormentando, ieri sera, e si sa che il cervello è particolarmente fertile quando uno quasi dorme, fa la doccia, cucina (insomma, non ha propriamente quaderno e penna in mano). Quindi la mente ha iniziato ad andare da sola e ha partorito un pensiero che mi ha forzato a svegliarmi e aprire una nota sul telefono.

Stamattina l’ho aggiunta a Ruggine, fa così:

Poi arrivò mio fratello e mi vide con le bruciature esposte. Il panico nei suoi occhi è tra i ricordi più dolci. Avete sentito, mentecatti? Che vi possiate strozzare con la vostra compassione, molle come une febbre malarica. Nei suoi occhi c’era un panico pulito e netto, puro come una vetta rocciosa spazzata da venti eterni, dove banchetta il dio serpente.

Rispondi/Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...