HMS Coral ~ 8 ~ Le pietre possono anche affondare.

Standard

A bordo della HMS Coral, era passata una settimana dalla tempesta. Stavano ancora imbrattando di pece le falle della nave che finivano sempre col riaprirsi. Ridotta a un solo albero, danneggiata come da uno scontro di guerra. Si erano allontanati dalla costa ed erano risaliti verso settentrione, tenendosi ancora al largo del continente finché i cieli non si erano rischiarati.

Il Capitano camminava spesso sul ponte, interrogava gli uomini sui lavori di ripristino della nave, interminabili. Aveva avuto una mandibola tumefatta e tutti sapevano che ancora mangiava appena pasti in poltiglia.

Petersen aveva ricevuto l’incarico di annotare i morti, sul libro di bordo, all’alba del primo mare calmo. Da allora Aveva completato una decina di illustrazioni della costa, alcuni veramente fini.

Passò il dottor Smith, dall’alloggio di Petersen. La sua prima intenzione era di spendere una dovuta attenzione al lavoro del collega.

<< Buonasera signor Smith. >>

<< ‘Sera signor Petersen. >>  

L’olandese riconobbe l’espressione dell’amico, assorta, scossa a tratti da qualche pensiero che gli passava rapido davanti agli occhi. Allora saltò i convenevoli sugli acquerelli e gli chiese:

<< Ha trovato una traccia, una possibilità a cui cercare di dare spiegazione con la sua teoria, per la tempesta a cui siamo scampati? >>

I marinai, a sentirli, sapevano tutti di cosa si trattava, ciclone, bufera.

Smith rimase un attimo interdetto. << Sì, è così. Sì. Il clima dei giorni precedenti, la distanza dalla costa… le misurazioni delle correnti marine. Ci sono dei nessi inequivocabili. >>

<< Ho sentito che ci vorranno settimane prima di poter tornare ad affrontare Capo Horn. Che dovremo prima scendere a terra, accamparci e arenare la nave per sistemare lo scafo. Il clima peggiorerà con la stagione che avanza… >>

<< Peggiorerà, ma ci possono essere finestre di vento teso senza piogge, da cogliere per passare il capo. >>

<< Non è andato molto avanti col trattato di geologia, non è vero? >>

<< Non molto, no effettivamente. >>

Risero.

<< Le pietre possono anche aspettare.>>

<< Possono anche affondare! Eh sì sono ottime ad affondare le pietre! Ahaha! >>

Rispondi/Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...