Ho scritto un racconto #fantasy

Standard

Ho scritto un racconto dopo un sacco di tempo. Di solito preferisco scrivere romanzi, ma devo ammettere che buttare giù una decina di pagine e mettere la parole fine dà soddisfazione, è liberatorio, è divertente e meno stressante di un romanzo. In questo caso poi si tratta di un racconto fantasy (genere che già di per sé mi rilassa) in un’ambientazione che amo e sento mia, Grifo. Ho scritto circa 40.000 caratteri in una settimana, mentre di solito sono molto lenta a scrivere. Sarà che il fantasy per me è come un sogno a occhi aperti, quando da piccola fantasticavo di altri mondi erano sempre fantasy, e Grifo è un po’ una seconda casa…

Comunque. Voglio partecipare con questo raccontino a un concorso indetto da catnip, un bell’editore digitale, quindi augurami buona fortuna! :)

Il racconto si chiama ‘Figlia’, questo è l’incipit:

L’eco che scivolava sulle pareti di pietra era come miele alle sue orecchie.

– Il re è morto! Il re è morto! – ascoltava Sibilla col sangue ancora vischioso sulle mani forti di guaritrice. Il pugnale l’aveva già ripulito, invece.

Sentì i passi frenetici della sorellastra e si acquattò in un angolo.

– Padre – singhiozzava Irinia. – Oh, padre mio.

Avesse sgozzato anche lei avrebbe fatto un favore al regno, ma non c’era più tempo.


Image: fantasy landscape bg 4by joannastar-stock

4 pensieri su “Ho scritto un racconto #fantasy

  1. Urca! L’incipit già mi mette i brividi addosso… ma ricordo benissimo Grifo e quindi non potevo aspettarmi null’altro ;-)
    Sono sicura che l’editore sarà incuriosito… brava Elisa, alla grande!
    Aspetto di leggerlo tutto, magari pubblicato sul web da “catnip”.
    Per quanto concerne la soddisfazione nello scrivere qualcosa di rapido, che non richiede la perseveranza di ogni notte di torbidi pensieri a rivangare nelle frasi scritte e modificare e poi ancora tagliare e limare… beh, condivido pienamente.
    Purtroppo sono una piccola perfezionista affezionata alle “cose già iniziate”… e non mi piace lasciare le cose a metà.
    Lo sai, impiego sempre un paio d’anni per portare a termine un lavoro, poi un altro anno per decidermi…
    C’est la vie!
    Un bacione grande :-)claudine

    Liked by 1 persona

Rispondi/Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...