L’ombra dello scorpione – by Stephen King

Standard

Innanzitutto non si capisce bene perché ‘The stand’ sia stato tradotto con ‘L’ombra dello scorpione’, ma vabeh.

Sono 1100 pagine di storie post apocalittiche (anzi, direi apocalittiche post epidemiche…) che ti tengono incollato fino alle 2 della mattina quando a malincuore, pensando alla sveglia, devi proprio chiudere il libro e spegnere la luce.

Io gli do un 8 su 10 (dove di norma 10 è Dostoevkij, 7 è Murakami e 8 Philip Dick per intenderci) un voto molto alto nonostante…

Nonostante alcune cose le abbia trovate irritanti, per esempio questa roba religiosa di male e bene e Dio e demoni, proprio non ci stava, ma non poteva trovare un’altra maniera di far andare avanti la trama?

Nonostante troppe, a mio avviso, scene turpi di sessualità malaticcia. Troppe perché non ben motivate.

Nonostante, e questa è la cosa più grave, in un libro che parla di morti per 1100 pagine non abbia trovato il tempo di accennare a una cerimonia funebre, nemmeno nella ricostituzione della civiltà quando anche i sassi ormai sanno che è una delle prime cose che sono spuntate fuori nell’evoluzione della società umana.

Eppure, nonostante la lunghezza e alcuni difetti, questo libro l’ho divorato e devo anche ammettere che mi ha ridato una voglia matta di leggere dopo un periodo di stanca.

Perché? Tanti motivi, probabilmente, ma mi piace pensare che sia soprattutto perché Stephen King, con tutti i difetti che vuoi (sento già i cori dei letterati criticarne la superficialità, la semplice godibilità) e che ammetto anche, ci vive con i suoi personaggi. Magari non è capace di descriverti la morte di un ragazzino come fa Dostoevkij nei Fratelli Karamazov, ma Stephen King ti racconta una storia come se lui fosse lì in mezzo e ne fosse testimone, con la sua voce, le sue emozioni, descrivendo quello che lui nota.

Inoltre, ha un senso dell’umorismo cinico e macabro che apprezzo enormemente.

Probabilmente l’avete già letto, in caso contrario fatelo! ;)

2 pensieri su “L’ombra dello scorpione – by Stephen King

  1. Beh, lo ammetto, non ho mai letto un romanzo di S. King… e non saprei neppure dirti il perché (forse non mi piace la sua faccia?)
    Comunque la tua recensione non mi ha fatto venir voglia di conoscerlo… sai che non mi piacciono le scene di sesso turpi, null’altro che un’acchiappa-mosche per chi ricerca questo tipo di emozione (letteraria).
    Mi ha incuriosita di più “Imbalance”… forse perché mi ricorda il mio romanzo d’esordio (coi quattro draghi degli elementi: acqua, fuoco, terra e aria)!
    Un bacio serena notte :-)claudine

    Liked by 1 persona

Rispondi/Reply

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...