Suggestioni .6

Standard

Devi ricordarti, mi dicevo, che hai di fronte una persona reale. La devi rispettare, questa persona, trattarla con grazia. Non è giusto coinvolgerla in questo vortice di pazzia. È contagiosa?


Spezzoni di pensieri relativamente casuali.

Img: Rainby AndreeWallin

Suggestioni .5

Standard

Uno di noi due non esiste.

Sei così sicuro che sia io, vero? Io che della mia esistenza dubito continuamente mentre tu, forse, amico mio, non te lo sei mai chiesto. Allora pensaci, come puoi essere così sicuro che quelle piccole scariche elettriche nel cervello ti garantiscano l’attributo dell’esistenza, neanche fossi una divinità, mi sembra per lo meno un ingiustificato sfoggio di supponenza. Tu che per esistere hai dovuto creare me e io ti odio, ti odio, TI ODIO!


Spezzoni di pensieri relativamente casuali.

Img: Rainby AndreeWallin

Leggendo Wallace, La scopa del sistema

Standard

Sono pazzamente geloso. Lenore ha una caratteristica che attira gli uomini. Non è una caratteristica normale, o una caratteristica che possa essere spiegata. <<…>> disse, sperando così di spiegarla. <<Vulnerabilità>>è ovviamente una parola sbagliata. <<Esuberanza>> non basta. Entrambe le suddette parole significano, perciò falliscono. Lenore ha la caratteristica di una specie di gioco. Ecco. Il che, significando quasi niente, potrebbe funzionare. Lenore ti invita tacitamente a giocare un gioco che consiste di oscuri tentativi di scoprire le regole del gioco stesso. Che ve ne pare? Le regole del gioco sono Lenore, e giocare significa essere giocati. Scopri le regole del mio gioco, ride lei, ridendo con o di te.  

Suggestioni .4

Standard

La psicologa mi ha chiesto di ucciderti non appena ha scoperto della tua esistenza. Non è un pensiero molto violento? Uccidere chiunque, anche una fantasia, non dovrebbe essere sbagliato? Lo stupro di una ragazza immaginaria, allora, sarebbe legittimo? Ecco una bella associazione freudiana per me, mia dolcissima, ti prego di non odiarmi. Ti chiedo perdono, sai, ma ho bisogno di un attimo di pace ora, anche se non c’è pace per te ma sappi che non è colpa tua, non c’è niente che tu possa fare, è nella tua natura, non hai alcun potere sulle tue azioni, nemmeno sui tuoi pensieri.


Spezzoni di pensieri relativamente casuali.

Img: Rainby AndreeWallin